Le regole di salvaguardia ambientale

 

Nell’area marina protetta la tutela dell’ambiente è prioritaria ed esistono regole che devono essere rispettate per evitare sanzioni o denunce.

In particolare:

 

Nella zona A la balneazione e le attività subacquee sono vietate (Art.12 del Regolamento dell’AMP “Portofino”).

La balneazione così come lo snorkeling sono  consentiti nelle zone B e C (vedi cartina) dell’area marina protetta, nel rispetto delle ordinanze degli Uffici Circondariali Marittimi.

Nelle zone C sono consentite attività di immersione subacquea con o senza autorespiratore (apnea). In zona B per svolgere entrambe le attività è invece necessaria l’autorizzazione dell’Ente gestore

 

La pesca subacquea è vietata in tutta l’AMP Portofino. Non è consentita, sia su spiagge o nelle acque, l’introduzione di armi od esplosivi come ad esempio fucili  o coltelli subacquei.

Non è consentito il prelievo di organismi o il disturbo degli stessi.

L’attività di pesca sportiva è consentita solo ai soggetti autorizzati.

In zona B, ai residenti nei comuni di Camogli, Portofino e Santa Margherita Ligure previa autorizzazione dell’Ente Gestore dell’AMP “Portofino”.

Nelle zone C, ai residenti di cui sopra e ai non residenti autorizzati dall’Ente Gestore dell’AMP “Portofino”.