I bassi fondali costieri

 

·         generalità

·         gli animali nei bassi fondali

 

Generalità

 

i bassi fondali costieri che si trovano intorno all'area marina protetta sono perlopiù costituiti da ciottoli di diversa grandezza spesso intervallati da massi più grandi. in alcune zone si trovano invece fondali sabbiosi come nella zona di Paraggi. I fondali di ciottoli consentono alle alghe di insediarsi più facilmente mentre il fondale sabbioso è, in alcune zone, colonizzato dalle praterie di fanerogame marine. Gli animali che vivono in questi ambienti sono talvolta, come avremo modo di vedere, piuttosto particolari. 

   

Gli animali nei bassi fondali 

 

Nei fondali di ciottoli, già a pochi decimetri di profondità, vivono organismi diversi come echinodermi, soprattutto ricci e stelle marine, molluschi, tra cui piccoli polpi, e crostacei. Si trovano poi organismi molto singolari; sono i succiascoglio,  piccoli pesci che si sono adattati  a vivere sotto i ciottoli delle spiagge. Lungo il Promontorio di Portofino sono state segnalate due specie:  Lepadogaster lepadogaster e Lepadogaster candollei, ma altre vivono più in profondità.  Generalmente i succiascoglio, che possono essere lunghi sino a 4/5 cm, vivono in fondi sassosi a profondità variabili da pochi decimetri a un metro circa, nascosti sotto le pietre o negli interstizi tra i ciottoli  più grandi, ai quali aderiscono con un disco che hanno sul ventre. Si nutrono di piccoli organismi che "aspirano" con la loro bocca.
Nella sabbia delle spiagge spesso sono nascosti vermi, come alcuni anellidi policheti come la Sabellaria alveolata e l'arenicola marina che è provvista di particolari  ciuffi branchiali esterni e vive affondata nella sabbia che ingurgita di continuo per assorbirne i detriti di cui si ciba.
I fondali sabbiosi ospitano molluschi bivalvi, come arselle e vongole, e ancora pesci come Trachinus vipera (tracina), il dragoncello, i ghiozzi, e forme giovanili di Bothus podas (rombo di rena).