Attività e tradizione


In questa sezione sono descritte alcune della attività tradizionali che erano svolte nei territori limitrofi e nelle acque di quella che è oggi l'Area Marina protetta di Portofino.
Oggigiorno ad essere praticata è soprattutto la pesca anche se con un numero di addetti piuttosto ridotto. Si potrà notare invece che altre  attività sono del tutto scomparse o vengono svolte ormai solo da alcuni appassionati.
A testimonianza delle  tradizioni dei borghi presenti intorno al Promontorio di Portofino sono arrivati sino a noi oggetti  come gli ex voto,  che ci "parlano" di epoche storiche in cui le difficoltà erano affrontate con la forza della fede, mentre i borghi stessi offrono, in alcune loro parti, immagini del passato.
Così Camogli ci riporta all'epoca d'oro della sua marineria, con i suoi palazzi imponenti di sette piani,  quasi dei grattacieli per quel periodo, Portofino ci mostra quelle che erano case di pescatori, e S. Margherita ci offre uno spaccato del primo 900', con i suoi prestigiosi alberghi in riva al mare.

Questa sezione del sito è in continua evoluzione e pertanto ci scusiamo anticipatamente per eventuali carenze o inesattezze che dovessero essere riscontrate.  Nel secondo caso Vi saremmo grati qualora voleste segnalarcele.



Gli ex voto
I barcaioli e la fine delle attività tradizionali
L'agricoltura e le attività correlate
Il pizzo al tombolo
La Marineria di Camogli
I cordai
La compatibilità della pesca con l'ambiente

La pesca del corallo
La Mugginara
Le tonnare
La pesca sul Promontorio
Le origini della pesca
Le risorse sfruttate nell'antichità dagli abitanti del Promontorio di Portofino